ViaggiVerdi: il nostro progetto di Turismo Sostenibile

December 2nd, 2013

Non tutti lo sanno ma secondo i dati dell’Unione Europea il turismo è la quarta causa di inquinamento ambientale (Consumption and Environment 2012). Per questo, rispettare la Natura, i luoghi e le persone che li abitano, anche in vacanza, è un importante sfida da affrontare.
Internet può aiutarci a svelare nuovi modi di viaggiare che riportano gli individui al centro e aprono nuove possibilità per un turismo più democratico ed intelligente, capace di agevolare i networks delle piccole strutture ricettive ecosostenibili che già esistono ma che non hanno la forza per emergere.

E’ a partire da quest’idea che nasce ViaggiVerdi, il progetto di turismo sostenibile promosso dall’Associazione Le Città Invisibile, pensato per mettere in rete le possibilità di un turismo responsabile, rispettoso dell’ambiente, dell’economia e delle comunità locali, che può contare su un sito web in cui trovare e prenotare ogni tipo di alloggio amico della natura: dall’hotel ecosostenibile alla casa sull’albero, dall’albergo diffuso negli antichi borghi italiani all’igloo tra i ghiacci, dall’agriturismo biologico immerso nella natura al rifugio di montagna a zero emissioni.

ViaggiVerdi vuole dimostrare che oggi è possibile pensare ad una vacanza che garantisce rispetto per l’ambiente e per le generazioni future, promuovendo l’unione tra viaggiatori alla ricerca di atteggiamenti virtuosi e imprenditori locali che hanno investito le risorse in un futuro migliore e che hanno pensato innanzitutto al rispetto della terra e dell’uomo.
Il sito permette ai viaggiatori di approcciare la propria vacanza con uno spirito differente, scegliendo tra una miriade di offerte all’insegna di un turismo ecosostenibile segnalate dalle strutture che hanno deciso di entrare nella rete di ViaggiVerdi. La navigazione sul sito è così semplice che in pochi clic possiamo selezionare un agriturismo che serve cibo biologico e a km zero, sapere quale hotel mette a disposizione le biciclette per i suoi ospiti, quale struttura ricettiva utilizza energia pulita al 100% o prodotti per la pulizia ecologici, dove è meglio fare tappa se si viaggia in bicicletta o a cavallo, quale bed & breakfast è raggiungibile anche senza automobile.

ViaggiVerdi è la dimostrazione di come viaggiare all’insegna del turismo responsabile sia divertente e pieno di sorprese di classe e comfort, e di quanta creatività ed amore esista intorno a questo nuovo modo di viaggiare, che raccoglie attorno a sé un numero sempre maggiore di appassionati, tanto nella sfera di chi offre quanto in quella di chi cerca un’alternativa al turismo tradizionale.

Info: www.viaggiverdi.it

Incontro con Paolo Barnard

March 25th, 2011

Domenica 27 marzo alle 21 il circolo Giovane Italia di Parma ospita un incontro con il giornalista Paolo Barnard. La distruzione della democrazia attraverso l’annullamento di Stato, leggi e cittadini. E’ questo il tema dell’incontro “Un manicomio criminale a piede libero”, evento organizzato dalle associazioni culturali Teenpix, Wendy e Città invisibili.

Il giornalista bolognese, ex Report, Samarcanda e Corriere della Sera, proporrà una dettagliata analisi economica e sociale sugli ultimi ottant’anni di storia occidentale presentando il suo ultimo saggio “Il più grande crimine”, disponibile sul sito www.paolobarnard.info.

Particolare attenzione sarà dedicata all’Europa della moneta unica, quell’Euro creato a tavolino dai rappresentanti di oligarchie e gruppi finanziari, considerati da Barnard i rappresentanti del “Vero Potere”: i padroni reali dei politici, in grado di decidere la sorte di milioni di persone. “Il ‘Vero Potere’ – spiega Barnard introducendo la sua opera – ha sferrato un attacco decisivo agli Stati, alle leggi e ai cittadini, i garanti della democrazia partecipativa, attraverso un piano diabolico, ma precisissimo in ogni dettaglio, con cui è riuscito a marginalizzare la gente e i lavoratori, distruggendo  sia il tessuto economico locale che i redditi in tutta EU.

“Un piano – aggiunge – che ha smantellato senza pietà il bene pubblico a vantaggio del privato e letteralmente polverizzato duecentocinquanta anni di lotte per le conquiste sociali, grazie anche all’invenzione del fantasma del debito pubblico”.

Conferenza stampa: Il suolo minacciato? Il volontariato prende le sue parti

March 16th, 2011

mer­co­ledì 16 marzo alle 11.30 in Piazzale Rondani 1 con­fe­renza stampa di presentazione

Dalla siner­gia di cin­que asso­cia­zioni, nasce un blog che sen­si­bi­lizza, informa pro­muove la par­te­ci­pa­zione della città alle que­stioni ambientali

Il con­sumo indi­scri­mi­nato di suolo è una grave minac­cia ambien­tale per il nostro ter­ri­to­rio. Negli ultimi anni, nella pia­nura padana, si sono per­duti migliaia di ettari di suolo agri­colo per la dila­gante espan­sione urbana ed infra­strut­tu­rale. Nella sola Food Valley par­mense, luogo di pro­du­zioni agroa­li­men­tari di eccel­lenza, il cemento con­suma un ettaro di suolo agri­colo al giorno.

Come difen­dersi? Promuovendo con­sa­pe­vo­lezza e infor­mando, innan­zi­tutto. Ecco per­ché da cin­que asso­cia­zioni di volon­ta­riato, ADA, WWF, Legambiente, Il BorgoLe città invi­si­bili, arriva la pro­po­sta del  blog “Il suolo minac­ciato”, uno stru­mento che sfrutta la capa­cità della rete inter­net di rag­giun­gere e coin­vol­gere atti­va­mente un numero sem­pre mag­giore di persone.

E’ un luogo vir­tuale che vuol far cre­scere la coscienza col­let­tiva, rac­co­gliere le segna­la­zioni e le pro­po­ste dei cit­ta­dini, per­met­tere lo scam­bio di idee ed espe­rienze ma anche dare visi­bi­lità alle tante ini­zia­tive del ter­ri­to­rio. All’indirizzo www.ilsuolominacciato.it/blog tante imma­gini, fatti, noti­zie che tutti pos­sono com­men­tare attra­verso i post. Quattro le sezioni prin­ci­pali a tema: edi­li­zia, infra­strut­ture, pae­sag­gio e pia­ni­fi­ca­zione; nella home anche un calen­da­rio e un’agenda inte­rat­tiva degli eventi.

“L’idea era quella di dare con­ti­nuità al film che porta lo stesso nome –dice Nicola Dall’Olio di WWF– un docu­men­ta­rio molto rico­no­sciuto e apprez­zato che è già stato pro­iet­tato in più di cento sale ita­liane. Volevamo rea­liz­zare uno stru­mento che per­met­tesse una mag­giore inte­rat­ti­vità e coin­vol­gesse di più le per­sone”.
L’attivazione del blog si inse­ri­sce all’interno di un pro­getto di svi­luppo di ADA, Associazione Donne Ambientaliste, rea­liz­zato in col­la­bo­ra­zione con Forum Solidarietà.

“Ci siamo rico­no­sciute imme­dia­ta­mente nell’obbiettivo di infor­mare e for­mare cit­ta­dini sem­pre più con­sa­pe­voli e sen­si­bili alle tema­ti­che ambien­tali” dice Rosalba Lispi, pre­si­dente di ADA.
L’obiettivo è sot­teso a tutte le atti­vità che Ada sta rea­liz­zando, oltre al blog. Dallo scorso otto­bre è in corso Economia e ambiente, neces­sità di una nuova alleanza tra uomo e natura,  un ciclo di otto con­fe­renze che decli­nano, in modi diversi, il tema delle rela­zioni fra eco­no­mia e ambiente.
Le con­fe­renze sono un’ulteriore occa­sione per fare cul­tura ambien­tale e pro­durre cam­bia­mento nei com­por­ta­menti e negli stili di vita.

Il pros­simo appun­ta­mento sarà il 25 marzo, per par­lare con Domenico Vera di “Uomini, eco­no­mia e ambiente nella Parma romana. Per mag­giori infor­ma­zioni www.ada-onlus.it.

Ufficio Stampa FORUM SOLIDARIETA’  -  Centro di Servizi per il Volontariato
informa@forumsolidarieta.it
www.forumsolidarieta.it

Gruppo di acquisto FotoVoltaico 2011 in arrivo

February 22nd, 2011

Il GAS FV 2010 per l’impianto FOTOVOLTAICO FAMILIARE è una delle azioni di economia responsabile
messe in atto per perseguire l’obiettivo di uno sviluppo sostenibile in Provincia di Parma.

In questo modo si promuovono nuove azioni di economia responsabile che salvaguardino e aiutino l’economia locale e che siano basati sul lavoro diffuso, anziché
sugli impieghi finanziari, preservando così anche la qualità dell’ambiente e la salute dei cittadini.

Per maggiori informazioni contattateci:  fotovoltaico[chiocciolina]cittainvisibili.it

oppure 327 2262120

(progetto nato grazie al lavoro svolto in precedenza da Pubblichenergie )

Rassegna “Cinemambiente” al Cinema D’Azeglio

November 25th, 2010

Si svolgerà al cinema D’Azeglio dal 25 novembre al 16 dicembre 2010 la rassegna “Cinemambiente”, organizzata da WWF, Legambiente, Le città Invisibili, Movimento Difesa del Cittadino, Il Borgo, in collaborazione con il Festival Cinemambiente di Torino.

Si comincia il 25 NOVEMBRE, in concomitanza con la settimana europea per la riduzione dei rifiuti, con la proiezione del documentario canadese “Garbage – the revolution starts at home”.

L’intervento di WALTER GANAPINI, docente universitario, già Presidente di Greenpeace Italia e membro del Comitato Scientifico dell’Agenzia Europea dell’Ambiente, uno dei massimi esperti europei dell’argomento, permetterà di affrontare in tutti i suoi risvolti un tema attualissimo, rimanendo alla larga dalle semplificazioni del dibattito politico/mediatico locale e nazionale.

ingresso €5 – abbonamento alle 4 serate €10 per i soci delle associazioni organizzatrici

(via WWF.Parma)

Terme di Lesignano: Proiezione video consumo di suolo

August 4th, 2010

Dalla Food Valley un allarme contro il consumo di territorio
FOOD VALLEY O GRU VALLEY?

LESIGNANO , GIOVEDI’ 5 AGOSTO 2010 ORE 21
PRESSO PARCO TERME DI LESIGNANO
(VIA TERME- LOC. BASSA)

Il film spiega come il consumo di territorio nella food valley stia assumendo una fortissima accelerazione a causa di una espansione urbana che avviene con modalità sempre più incontrollate e disperse. Sottolinea il valore inestimabile del terreno suggerendo idee su come preservare questa risorsa di vita per l’ambiente, l’uomo e l’economia agroalimentare.

INTERVERRA’
IL REGISTA NICOLA DALL’OLIO

Intervista a Domenico Finiguerra

January 12th, 2009

Domenico Finiguerra Sindaco di Cassinetta di Lugagnano, unico Comune italiano a crescita zero (riguardo all’edificazione edilizia).
Domenico Finiguerra ha un interessante Blog basato su piattaforma wordpress http://domenicofiniguerra.wordpress.com/

Assemblea pubblica sulle Terme

September 26th, 2008

L'assemblea pubblica sul nuovo progetto per le Terme di Lesignano è stata un successo di partecipazione e di interesse da parte dei cittadini lesignanesi. Sono accorsi in molti per potere analizzare e valutare il progetto che l'Associazione Temporanea d'Imprese (ATI) ha proposto all'Amministrazione comunale di Lesignano dé Bagni.

La premessa dell'Amministrazione è stata quella che saranno valutate proposte integrative o alternative a quella presentata lunedì sera. Per questo motivo pare che potrebbero slittare i tempi (puramente burocratici e modificabili) della data di dichiarazione del vincitore e della pubblica utilità del progetto, fissata per il 30 settembre. Tale data pare sarà spostata in avanti.

Dall'incontro è emerso ancora una volta come i cittadini di Lesignano siano attenti a ciò che succede nel proprio territorio e come anche costituiscano un'intelligena collettiva che ha fatto emergere numerosi problemi legati al progetto presentato, tra cui se ne evidenziano cinque principali.

Problema n.1
Il progetto presentato è troppo grande. E' sovradimensionato per un Comune piccolo come Lesignano dé Bagni. Per tale motivo un investimento del 50%, su un totale di 10 milioni di Euro, ingesserebbe gli investimenti ordinari del Comune, per molti anni. Creando problemi ulteriori su scuole e servizi (ancora carenti).

Problema n.2
Perchè il Comune con i soldi dei cittadini dovrebbe promuovere un business privato con guadagni solo da parte dei privati e perdite solo da parte del pubblico (e perciò dei cittadini)?

Problema n.3
Come può un investimento di queste dimensioni essere un volano per il territorio, quando nel settore del termalismo (vedi Salso, vedi Tabiano, vedi molti altri casi italiani) c'è una forte crisi? Dove sono i dati scientifici che confermano tale investimento economico?

Problema n.4
Perchè i cittadini di Lesignano devono pagare di tasca propria un Hotel a cinque stelle in cui non andranno mai, mentre potrebbero avere al suo posto un parco pubblico?

Problema n.5
Perchè i cittadini di Lesignano devono pagare di tasca propria un progetto così oneroso e successivamente ripagarlo di tasca propria con altri contributi che il comune vuole dare al futuro gestore per riservarsi quote d'acqua? Inoltre lo pagherebbero una terza volta per entrare in piscina se le quote acqua si esaurissero. Per ora le quote acqua sono state dichiarate come decine di migliaia di Euro ogni anno, per 39 anni (a spese dei cittadini, sia che vadano in piscina pagando ulteriormente e sia che non ci vadano). Qual'è l'utilità pubblica?

Questi problemi non sono certo risolvibili all'interno del progetto presentato. Per tale motivo le proposte che sono venute dai cittadini sono molteplici e molto intelligenti.

Proposta n.1
Fare un progetto più piccolo, alla portata delle tasche del Comune.

Proposta n.2
Se l'Associazione Temporanea d'Imprese crede veramente nella buona riuscita del progetto, individuiamo un'area in prossimità delle terme (ma non nel parco delle terme) in cui possano acquistare a loro spese l'area. Ne paghino gli oneri di urbanizzazione. Facciano l'investimento necessario a realizzare la spa e le altre strutture. A loro spese e non a spese dei cittadini che non fruirebbero di spazi a cinque stelle.
Il Comune conceda in affitto a questa società l'uso delle acque termali per 39 anni (con un prezzo annuo da concordare).

Proposta n.3
Con una spesa più ridotta, il Comune ristrutturerebbe l'edificio delle terme (valutata dall'ufficio tecnico comunale in 1.350.000 Euro) e il parco (prezzo che può essere stimato attorno ai 150.000 euro), da restituire velocemente ai cittadini.

In questo modo terme e parco rimarrebbero ai cittadini, avremmo la meravigliosa Spa per popolazione agiata e avremmo risparmiato circa 4 Milioni di euro (in concessioni dirette e indirette). Mica poco!

In questi giorni il Comitato Pro Terme sta lavorando ad un progetto che va in questa direzione e che tutela l'interesse dei cittadini ad avere un grande parco urbano e un luogo di ritrovo per giovani, bimbi, famiglie, etc.

Vi terremo informati per l'incontro pubblico di presentazione di questa proposta ProCittadini.

Ripreso da: http://termedilesignano.blogspot.com/ 

Incontri alla Terme

May 14th, 2008

 
Il Comitato Civico pro Terme di Lesignano organizza due incontri di festa per i giorni sabato 17 (questo sabato) e domenica 25 maggio.
Gli incontri sono pensati seguendo la filosofia delle Ecofeste, abbattendo consumi e rifiuti. Difatti i prodotti acquistati, come ad esempio i bicchieri (in PLA) o i piatti (in mater-B) sono realizzati in materiale naturale compostabile al 100%, ricavato da amido di mais.
 
Nella giornata di domenica 25:

dalle ore 16.00: Visita Guidata alle Terme
Caccia al tesoro e giochi per bambini e ragazzi

dalle ore 18.30: Birra e salsicce

dalle ore 21:00 Musica dal vivo, tributo a Fabrizio De Andrè
del duo "Progetto Faber
" di Emilio e Gianquinto Vicari
(http://www.faberdeandre.com/coverband/band.asp?id=17 )

Alice attraverso Alice

May 2nd, 2008

Domenica 4 maggio, ore 21.15, presso il teatro di Corcagnano (PR)

L'Associazione Culturale Le Citta' Invisibili, organizzatrice del Teatro per Adulti di Lesignano de' Bagni, e' lieta di presentare:

ALICE ATTRAVERSO ALICE
Liberamente ispirato ad “Alice nel Paese delle Meraviglie” di Lewis Carroll.
Interpretato dalla “Compagnia delle Formiche”, regia di Alessandro Pastarini.

Scarica il Volantino